IMPARARE LA SPERANZA DAI POVERI

Gli esclusi delle nostre società non possono restare paralizzati di fronte alle incertezze di ogni giorno: la passività non è un’opzione, perché significa sprecare le opportunità che sorgono nell’austerità del presente. La risposta alla crisi attuale deve passare attraverso la nostra capacità di pensare nuovi modi di organizzare i sistemi politici ed economici, come pure attraverso la responsabilità per ciò che è comune in termini di salute, istruzione, ecologia ecc. Le incertezze non si contrastano reiterando le dinamiche che le alimentano. Il desiderio del passato, di ciò che era abituale, della normalità, può condurci a riprodurre ciò da cui ora stiamo fuggendo.

 Cristian Peralta