Monastero delle Clarisse “S.Maria delle Grazie”  Farnese (VT)

Nel silenzio del chiostro e nella dimensione contemplativa, in una esistenza orientata alla ricerca del volto di Dio e alla preghiera di intercessione per l’intera umanità, particolarmente quella che soffre, le Clarisse, sulle orme di  Francesco e Chiara d’Assisi, testimoniano che il tempo non è denaro ma relazione. Vivere il tempo  senza fretta, senza fughe nell’azione, cogliendo nel quotidiano la Presenza di Dio, la Sua manifestazione in ogni avvenimento. Nella vita comunitaria le Sorelle esprimono inoltre la comunione fraterna in un esodo dal proprio ‘io’ autocentrato e verso la terra sacra che è l’altro, sapendo che nessuno basta a se stesso.

 

 

Pensiero

del giorno

Lectio

divina 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vi aspettiamo per pregare con noi in DIRETTA LIVE alle

h 17.30  OGNI SABATO per la Lectio Divina e i Vespri

 

 

Solennità del Padre nostro S. Francesco – 4 Ottobre 2020

Francesco d’Assisi non sa in anticipo cosa sia lo Spirito Santo e come agisca, ma è la terra aspra del vivere quotidiano a fargli riconoscere il timbro di quella che è la voce dello Spirito. La voce dello Spirito ha un timbro suo inconfondibile e delicatissimo, che san Francesco ha saputo udire con una attenzionedi fede massima! E ha fatto sì che attraverso la Regolasi potesse custodire e consegnare percorsi buoni per tutti, per vivere proprio così, avendo lo Spirito del Signore. Possiamo così disporre di alcune indicazioni feconde anche per noi, dopo otto secoli; indicazioni non spiritualistiche, vale a dire non stabilite in anticipo rispetto alla vita, ideologicamente; ma spirituali, perché “catturate” dalle vibrazioni del soffio dello Spirito nell’aria respirata abitando in mezzo agli umani. […] non siamo noi a produrre in proprio la “verità”, ma ci viene sempre donata “da fuori”, dall’ascolto vicendevole.

Francesco d’Assisi ha saputo intercettare “in presa diretta” interrogativi veri e offrire risposte efficaci. Sì, il genio tante volte sta qui: nell’avere la capacità di cogliere domande centrali, non astratte, ma quelle più scottanti e sentite “sulla propria pelle”, in prima persona; per dare a tali domande risposte in grado di convincere, “convincenti” non solo perché “giuste” per quel momento lì, ma anche perché hanno saputo convincere altri, nella distensione dei secoli, a rispondere sulla stessa lunghezza d’onda.

(tratto da Vivere e seguire, Lettera dei Ministri generali francescani in occasione degli ottocento anni della Regola non bollata, 1221-2021)

 

 

Preghiera a Santa Madre Chiara

Santa Madre Chiara ti chiediamo di intercedere presso il Signore Gesù perché  l’umanità sia preservata da tanta sofferenza e siamo liberati da questa  pandemia. Ti affidiamo la nostra Italia, già afflitta da tanti malati e morti. Come un tempo tu pregasti il Signore di custodire te e le tue figlie di fronte all’invasione dei Saraceni implorando  «Signore, guarda tu queste tue serve, però che io non le posso guardare»,così anche noi ti chiediamo di custodirci da questo terribile e invisibile male. E Tu, Signore Gesù, in virtù della promessa fatta a Chiara «Io ti difenderò sempre», donaci  coraggio, accresci la nostra fede, guarisci i malati, consola i morenti, dona forza e salute agli operatori sanitari, illumina gli scienziati, dirigi le scelte dei governanti. Santa Madre Chiara, ti affidiamo la salute e le intenzioni dei nostri familiari, amici e conoscenti e di quanti,  anche attraverso i mezzi di comunicazione, si avvicinano alla nostra Comunità  chiedendo il sostegno della preghiera.

Amen.