“Perché siamo nauseati di questo cibo così leggero?” (Numeri 21,5) Appare un elemento nuovo: la nausea. La nausea è una specie di mal di mare interiore, una forte repulsione e disgusto che può precedere la fase del vomito. Se sappiamo che la manna non è soltanto una cosa da mettere sotto i denti, ma un simbolo della relazione con Dio da collocare e custodire in fondo al cuore, allora la nausea potrebbe essere proprio la reazione alla fatica di entrare in una relazione da uomini e donne liberi, dove non ci si può aspettare che sia sempre e solo l’altro a riempire il piatto di una mensa condivisa.

 Roberto Pasolini