COME UN BIMBO PICCOLO

 

La morte diventa il nostro padrone ogni volta che impediamo al nostro desiderio profondo di muoverci verso grandi sogni, quando non riusciamo più a scorgere alcuna gloria in quello che viviamo, quando siamo privi di fiducia negli altri e vuoti di speranza verso il futuro. Il Signore non si arrabbia e non si spazientisce di fronte al reiterato lamento del suo popolo. Sa bene che Israele è un bimbo piccolo, ancora bisognoso di nutrirsi per poter crescere. Si prende cura del suo bisogno e cerca di provvedervi nel migliore dei modi, facendo piovere dal cielo un ritmato banchetto: “Al tramonto mangerete carne e alla mattina vi sazierete di pane; saprete che io sono il Signore, vostro Dio” (Esodo 16,12)

Roberto Pasolini