RAGGOMITOLARSI NEL SENO DI DIO

 

«La tua sorte aggomitola tutta intorno al Signore, làsciagliela» (Sal 37,5). Il verbo ebraico galàl, come ricorda Guido Ceronetti, rimanda a un avvolgimento, un arrotolamento; richiama il bozzolo del baco, «la nube di zucchero filato attorno alla stecca», l’immagine del rannicchiamento del feto nel ventre materno. Il salmista ci consiglia di aggomitolarci nel seno di Dio, e da lì leggere la vita. È questa l’unica posizione buona.

(Luigino Bruni)