LA MANCANZA SI COLMA PER SOTTRAZIONE

Non è bene che l’uomo sia solo. Il desiderio è anche ricerca, per colmare questa mancanza. Nella Genesi Dio crea qualcuno che va in soccorso di una mancanza. Nella mancanza colmata sottraendo qualcosa, nel momento in cui sembra essere colmata, c’è però un problema: chi dovrebbe soccorrermi dalla mia solitudine, non è più relazione, ma bisogno. Lì capiamo che in quella coppia primordiale qualcosa andrà storto, nella difficoltà a gestire desiderio e bisogno, pienezza e sottrazione. I fraintendimenti sono già tutti lì, nello sguardo deformato di quella figura maschile che, nel momento in cui si vede soccorrere, trasforma il soccorso in altro, e tutto precipita. Si affronta la mancanza non riempiendo, ma sottraendo.

Lidia Maggi