ABITARE L’ASSENZA CON FIDUCIA

Giovanni ci dice che una delle ultime parole che Gesù pronuncia sulla croce è: ho sete. I soldati che ascoltano questa richiesta la corrispondono con l’aceto. Anche alla fine della sua vita Gesù incontra una mancanza. Sulla croce Gesù, oltre al bisogno di bere, sente anche l’assenza del Padre. Chi gli è attorno lo tenta proponendogli di scendere dalla croce e quindi di sottrarsi a questa mancanza. Gesù invece decide di abitare quell’assenza con fiducia, di fare una professione di Fede al fondo di quell’assenza. Anche noi è proprio quando ci sentiamo deboli che dobbiamo fare la nostra professione di Fede. La Fede ci serve proprio quando sembra che non serve a nulla.

(Don Luigi Maria Epicoco)