IL SEGRETO DI MARIA_ La rinuncia feconda

 

Il ricco, il potente, chi sa di contare qualcosa, molto difficilmente sarà capace di prestare una collaborazione pronta, generosa e incondizionata. L’essere o il credersi intelligenti  è una irresistibile tentazione a immettere qualcosa di personale nell’opera di Dio e ad appropriarsi del risultato. Il messaggio della salvezza, il vangelo della croce, è troppo paradossale perché un uomo ragionevole possa accettarlo.

“Ecco la serva del Signore, avvenga di me secondo la tua parola”. Bisogna addirittura aver smarrito l’intelligenza per poter prestare la propria adesione ad un annuncio talmente paradossale. E Maria non l’ha smarrita, vi ha solo rinunciato. Ha rinunciato al suo punto di vista e alle sue personali considerazioni per accettare il punto di vista di Dio. Poveri, secondo il Vangelo, non si nasce ma si diventa a prezzo di rinunce.

p. Ortensio da Spinetoli