QUANTI LO TACCAVANO VENIVANO SALVATI – 11 Febbraio 2019

       «Deponevano i malati nelle piazze e lo supplicavano di poter toccare almeno il lembo del suo mantello; e quanti lo toccavano venivano salvati».
                                                                                                                                                                            Mc 6,56

         Gesù accondiscende a compiere molte guarigioni, ma non parla. Persiste infatti l’equivoco sulla buona novella che egli era inviato ad annunciare, sulla salvezza, sulla sua stessa identità. Le folle cercano il pane, cercano la guarigione, e dimenticano la conversione del cuore, l’adesione alla sua persona, il perdono dei peccati. Quanta gente attende ancora oggi un simile «sbarco» di Gesù che porti la salvezza esteriore, facile, ottenuta semplicemente «toccando il lembo del suo mantello», recitando una preghiera, compiendo una pratica esteriore, o magari entrando in una associazione, in un ordine religioso. La salvezza invece è profonda, interiore, radicale: guarisce il profondo del cuore. Le altre guarigioni sono soltanto dei segni: segni della volontà di Cristo di donarci la vera salvezza, la salvezza totale. Gesù vuole mettere la sua potenza soprattutto a servizio della conversione del cuore.

I commenti sono chiusi