IL CORAGGIO DI ESSERE FRAGILI – 22 Marzo 2019

         Una cosa è la fragilità di un oggetto, altra cosa è la fragilità di una persona. In un vaso di porcellana, la fragilità è tale per cui, se cade, il vaso va in frantumi e dunque è irrimediabilmente perduto. Diverso è quando parliamo della fragilità di una persona. Ci sono fragilità diverse in ognuno di noi, ma se ci si colloca al livello più profondo dell’esistenza, badando alle qualità della persona vista nel suo relazionarsi agli altri, la fragilità può diventare addirittura una qualità positiva, perché dice che uno è capace di condivisione e di lasciarsi modificare. Meglio ancora: dice che è vulnerabile, cioè disposto a lasciarsi ferire.

(Alberto  Curioni)

DAL DOCUMENTO FINALE SUL SINODO DEI GIOVANI – 11 Gennaio 2019

         VALORIZZARE LE DONNE NELLA SOCIETÀ E NELLA CHIESA
        
Il Documento evidenzia la necessità di un maggiore riconoscimento e valorizzazione delle donne nella società e nella Chiesa, perché la loro assenza impoverisce il dibattito ed il cammino ecclesiale: urge un cambiamento da parte di tutti – si legge – anche a partire da una riflessione sulla reciprocità tra i sessi. Si auspicano “una presenza femminile negli organi ecclesiali a tutti i livelli, anche in funzioni di responsabilità” ed una “partecipazione femminile ai processi decisionali ecclesiali nel rispetto del ruolo del ministero ordinato”. “Si tratta di un dovere di giustizia” – afferma il documento – che trova ispirazione in Gesù e nella Bibbia.

 (continua…)